La Cina attraverso i colori delle sue etnie (2° parte)

20130627090255733

Prima di leggere se vi siete persi la prima parte la trovate qui!

L’etnia degli Xibo 锡伯族: vivono nella regione dello Xinjiang lungo il fiume dei nonni (heilongjiang). Gli Xibo ebbero i primi contatti diretti con i cinesi quando la Dinastia Qing cominciò le campagne militari contro i russi. Parlano fluentemente il mandarino ed un dialetto considerato della lingua mancese. Gli Xibo credono di discendere dai Xiangbei.

xibo

L’etnia dei Kē’ěrkèzī Zú 柯尔克孜族: molte centinaia di chirghisi i cui antenati emigrarono nella Cina nordorientale più di 200 anni fa ora vivono nel villaggio di Wujiazi, nella regione del Fuyu, provincia di Heilojiang. I chirghisi sono musulmani.Antropologicamente i chirghisi appartengono alla razza turco-mongola ed hanno pelle bruna e occhi scuri, capelli corvini e barbe. Il viso è largo. Tendono a essere di statura bassa, raggiungendo in media i 162–164 cm. La tradizione, secondo alcune fonte cinesi, riporta che questo popolo aveva occhi verdi, pelle chiara e capelli rossi e sebbene si siano mescolati completamente con altri gruppi turchi e mongoli alcuni mantengono ancora questo aspetto particolare.

kazaki

L’etnia dei Jingpo 景颇族: sono un gruppo etnico presente nel Myanmar presente anche in Cina. Sono un popolo spesso noto per la loro secolare autonomia sociale, per le notevoli doti nel combattimento, per le complesse interazioni fra i vari clan, per la fede nel cristianesimo e per la cultura nella mistura dei numerosi tipi di erba che coltivano e per la loro innata abilità di sopravvivenza in luoghi ostili, come la giungla.

jingpo

L’etnia dei Dáwò’ěr Zú 达斡尔族: vivono nella regione della Mongolia Interna (Nei Menggu). Geneticametne, i Daur sono discendenti dei Kitai, come hanno provato alcune recenti analisi del DNA.

daerwu

L’etnia dei Salazu 撒拉族: la popolazione Salar vive principalmente nella provincia di Gansu. Questo popolo ha discendenza turca che migrando in Cina si mescolò con i cinesi Han e Hui.

salazu

L’etnia dei Bulangzu 布朗族: i cinesi identificano i bulang come i discendenti dell’antica tribù dei “Pu” (濮), che visse lungo il fiume Lancang(Mekonk) . I Bulang considerano i denti neri segno di bellezza quindi masticano grandi quantità di “noci di betel” (araca catechu). Praticano il culto degli antenati e il Theravada Buddismo.

Bulangu

L’etnia dei Mao nan zu 毛南族: i Maonan vivono a nord, nel Guanxi in circaa 100 mila unità. Il villaggio dei Maonan è suddiviso in clan. La maggior parte degli abitanti condivide il cognome “Tan” e credono di discendere dai vecchi Maonan che abitavano nella provincia dello Hunan.

maonan

L’etnia dei Tajíke Zu 塔吉克族: questo gruppo vive nela regione autonoma dello Xinjiang. Durante la dinastia Tang questo gruppo era chiamato “Cina-devra-gotra” dal sanscrito. Letteralmente significa “discendenti degli Hang e del dio-sole. Nonostante il nome Tajik loro non parlano la lingua omonima ma il linguaggio Sarikoli che ha influenze cinesi, uigure e dagli wakhi.

tajike

L’etnia dei Pumi zu 普米族: etnicamente correlati ai Qiang, la maggior parte dei Pumi è stanziata nelle province cinesi di Yunnan e Sichuan. Questo popolo è stato fortemente influenzato dai Tibetano soprattutto culturalmente. I Pumi sono una società patriarcale ed hanno uno stile di vita agricolo.

Pumi

L’etnia degli Achang zu 阿昌族: questo gruppo etnico comprende circa 40 mila unità, stanziate nella ragione dello Yunnan. La storia e le tradizioni di questo popolo sono state trasmesse attraverso la musica. Parlano un linguaggio burma chiamato achang che non comprende la forma scritta. Achang

L’etnia dei Nu zu 怒族: la popolazione Nu è divisa in diversi sottogruppi ed abitano principalmente la prefettura autonoma lisu di Nujang.

Nu

L’etnia dei Ewenke zu 鄂温克族: gli Evenchi sono un popolo nomade della Siberia. Ci sono circa 30 mila evenchi in Cina,dei quali 23 mila vivono nella regione di Hulunbuir nel nord della Mongolia Interna.

evenchi

L’etnia dei Jing zu 京族: il Sud-Ovest della Cina è abitato da circa 28 mila appartenenti a questo gruppo. Sono un minoranza di immigrata dal Vietnam centinaia di anni fa. Parlano, infatti, la lingua del Vietnam e il Cantonese. Vivono lungo le coste delle isole Dongxing, Fangchenggang e Guangxi.

jing zu

L’etnia di Jino zu 基诺族: questo gruppo etnico vive principalmente nella prefettura di Xishuangbanna. Vivono nella foresta sub-tropicale ed anche questa etnia pratica la colorazione dei denti. I Jino professano l’animismo e lo sciamanesimo: inoltre hanno una notevole esperienza con le erbe medicinali.

jino

L’etnia dei Deang zu 德昂族:  I membri di questo gruppo si auto definiscono tang, la maggior parte vive in Birmania, dove sono conosciuti come palaung. Vi sono alcune comunità anche in Thailandia. Prima della dinastia Qing erano conosciuti come pu, che è l’antico popolo da cui discendono. Durante le dinastie Sui e Tang, vennero chiamati anche mangman (lett. “uomini barbari”). Non hanno un proprio alfabeto e per scrivere usano quello cinese o quello usato dai membri di uno dei gruppi dai. La maggior parte dei de’ang cinesi pratica il Buddhismo Mahāyāna.

Du ang

L’etnia di Bao an zu 保安族: vivono nelle province di Gansu e Qinghai, nel nord-pvest della Cina. Contano circa 12,000 persone e sono il settimo più piccolo gruppo etnico di quelli ufficialmente riconosciuti.Parlano la lingua Bonan, una lingua del ceppo mongolo, e sono prevalentemente musulmani. Si crede discendano dai guerrieri mongoli musulmani stanziati in Qinghai durante le dinastie Yuan e Ming.

bao an

L’etnia degli Eluosi zu 俄罗斯族: sono praticamente Russi stanziati in Cina. Attualmente sono stati censiti circa 15mila.

eluosi

L’etnia dei Yugu zu 裕固族: gli Iuguri (da non confondere con gli Uiguri n.d.r.) vivono principalmente nella Regione Autonoma Sunan Yugur nel Gansu e sono i discendenti degli Uiguri Turchi. Molti parlano il turco mentre altri il mongolo.

Iuguri

L’etnia degli Wuzibieke Ze 乌孜别克族: non sono altro che Uzbeki stanziati in Cina e riconosciuti ufficialmente dal governo. Vivono nello Xinjaing.

uzbeki

L’etnia dei Menba zu 门巴族: riconosciuti ufficialmente dalla RPC, concentrati prevalentemente nel territorio conteso dello stato indiano di Arunachal Pradesh, al confine tra India e Cina. La popolazione dei distretti di Tawang e Kameng arriva a circa 50 mila individui, mentre quella del distretto di Cuona, in Tibet, si assesta sulle 25mila persone. Queste ultime sono conosciute anche come Menba. Un altro piccolo gruppo di Monpa (circa 2500 persone) può essere trovato in Bhutan.

men ba

L’etnia dei Elunchun Zu 鄂伦春族: questo gruppo vive nella Mongolia Interna nella zona denominata Bandiera Autonoma di Oroqen, una landa costituita da foreste con capoluogo Alihe. Sono circa 8mila individui. Vivono di caccia ed il cacciato è la loro fonte primaria di cibo. Le lora abitazioni sono in legno a forma di cono.

oroqen

L’etnia dei Dulong zu 独龙族: la loro popolazione conta circa 8000 individui, si trova essenzialmente nella provincia cinese di Yunnan. Altri 600 si trovano lungo il fiume Salween, nel nord della regione cinese di Gongshan. Le prima tracce di questa etnia risalgono ai Tang. La società è divisa in clan (15 in tutto). Le donne del villaggio usano tatuarsi il volto all’età di 12-13 anni.

denung

L’etnia degli Hezhe zu 赫哲族:  conosciuti anche come Nanai durante il regno del Manquguo i nanai furono cacciati dai giapponesi e confinati in campi di prigionia. In Cina, nello Heilongjiang, vivono attualmente circa 5000 nanai.

[Ãñ×åÔ˶¯»á¡¤¿ìѶ]£¨21£©56¶ä¡°Ãñ×åÌåÓýÖ®»¨¡±ÕÀ·ÅÑò³Ç

L’etnia dei Gaoshan zhu 高山族: sono gli aborigeni Taiwanesi conosciuti in Cina come Gaoshan.

gaoshan

L’etnia dei Luoba zu 珞巴族: i luoba sono suddivisi in due gruppi: gli Yidu e i Bokar. Vivono nella Regione Autonoma del Tibet.

luoba

L’etnia dei Tataer zu 塔塔尔族: sono circa 3000 i tartari stanziati in Cina distribuiti nelle città di Aletai, Changji, Yiliq, Urumqi e Tachang. I Tartari cinesi parlano tartaro antico che non ha una forma scritta.

tartari

I non classificati Wei Shibir Minzu 未识别民族: si contano circa 730 mila persone in tutto di diverse etnie che vengono riconosciuti come una sola etnia.

20130627090255733

  • Ayi people
  • Äynu people
  • Gejia (亻革家人, Gèjiā Rén)
  • Bajia (八甲人, Bājiǎ Rén)
  • Deng (僜人, Dèng Rén)
  • Khmu (克木人, Kèmù Rén)
  • Kucong (Yellow Lahu/Lahu Shi (苦聪人)
  • Mang (芒人, Máng Rén)
  • Sherpas (夏尔巴人; Traditional: 夏爾巴人; Xiàěrbā Rén)
  • Tuvans (图瓦人, Túwǎ Rén)
  • Waxiang (瓦乡人, Wǎxiāng Rén)
  • Yi (羿人, Yìrén)
  • Youtai (犹太; Traditional: 猶太; Yóutài) (Ebrei in Cina)
  • Yamato Japanese (大和民族) and Ryukyuans (琉球民族) Taiwan e Nord-Est della Cina
  • Macanese (土生葡人, Discendenti dei portoghesi a Macao dal XVI sec.)
Annunci

Un pensiero su &Idquo;La Cina attraverso i colori delle sue etnie (2° parte)

  1. Pingback: Mongolia: "Bainacha, il dio della montagna" - IoVoceNarrante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...