Ossa rotte

caviglia

Oggi è successa una cosa spiacevole ma da bravo blogger ne traggo spunto per scrivere due righe. Ieri, durante una partita di calcio ho preso una distorsione, ma non una semplice e banale stortarella (tsz!) ma una signor storta, una di quelle che probabilmente ricorderò tutta la vita e di cui andarne fiero negli anni avvenire.  L’ultima cosa che ricordo è che correvo a velocità supersonica col pallone poi per un attimo mi sono visto librare in aria e poi buio. Quando riapro gli occhi i miei “cinesi” compagni di squadra mi accerchiano, li guardo confusi, si chiederanno “ma questo occidentale cazzo fa, cade da solo!?” (si, magari con l’accento milanese). Poi mi sfilo la scarpa, levo il calzettone e… orrore!

La caviglia gonfia come una pallina da tennis non lasciava presagire nulla di buono. Non sapevo se piangere o pavoneggiarmi “ehi, guardate qui cinesi la mia caviglia e il mio piede disegnano un perfetto angolo retto ma sono ancora qui a parlarvi!”. Poi, guardando le loro facce, la paura ha preso il sopravvento. In effetti era gonfia all’inverosimile ed ho pensato al peggio, tipo qualcosa di rotto.

Dopo aver effettuato il primo soccorso (gatorade versato sul bozzolo) mi accorgo di poter ancora zoppicare, salgo in sella al motorino e decido di andare in ospedale. Nel frattempo la santa donna che mi sopporta mi raggiunge e quasi sviene alla visione dell’innaturale geometria della mia caviglia.

Nel reparto emergenze dello 浙江省新华医院 (zhe jiang sheng xin hua yi yuan)mi guardano tutti come se fossi un alieno. Ma proprio tutti, infermieri, dottori, pazienti che esalavano l’ultimo respiro e così via. Probabilmente sono il primo occidentale ad averci messo piede.

In Cina il sistema sanitario è diverso dal nostro, sostanzialmente ci sono gli ospedali per ricchi (che sembrano resort) e quelli per gente normale tendente al povero. Ovviamente vado in un ospedale che appartiene alla seconda categoria.

Dopo aver 挂号 (gua hao) preso il ticket che ci consentirà di essere visitati da un medico e pagato la cifra di 六块 (70 cent), ci inoltriamo nel corridoio del settore 外科 (wai ke – surgical department) fino a trovare la stanza che ci interessa. All’interno un paziente parla con il medico ma noi entriamo ugualmente e per giunte senza bussare. In Cina si fa così. Anche quando è il nostro turno il tizio che veniva dopo di me è entrato ad ascoltare la mia diagnosi (fanculo la privacy). E fortunatamente dopo ancora non c’era nessuno senno sarebbero entrati tutti.

Dopo un’occhiata veloce il medico mi prescrive una risonanza magnetica.

Sconfortato chiedo: “quando devo tornare per la risonanza?”

“”prosegui per questo corridoio, primo piano c’è la sala radiografie tra 20 minuti torna qui con i risultati”” risponde.

Mi viene da sorridere se penso che negli ospedali italiani una tale celerità rimane ancora un’utopia.

Segue le direzioni del giovane medico e mi dirigo verso la 放射科 (fang she ke – sala radiografie) dove una gentile dottoressa in 5 minuti fa l’esame e 10 minuti dopo mi consegna i risultati.

Dopodiché viene la parte i cui vado a comprare la medicina prescritta che posso applicare direttamente sulla caviglia o posso anche berla (WTF!?).Una particolarità della medicina cinese,almeno i marchi più famosi, è che non viene svelata la formula del medicinale, in pratica non mi è dato sapere cosa sto prendendo. Ma mi fido ciecamente, se la medicina cinese è il sistema medico più antico al mondo ci sarà un motivo, no?

 

Piuttosto, mi viene da riflettere. Perché in Italia devo pagare un ticket di 40 euro ed settimane se non mesi prima di poter fare una risonanza magentica (o un TAC) in un ospedale pubblico? privatamente è vero gli esami sono immediati ma il prezzo lievita a qualche centinaia di euro.

Qui tra esami e medicinali la spesa totale è stata di 15 euro… meditate gente, meditate…

 

20130730_000407

 

p.s. se tra i miei lettori ci fosse un dottore o aspirante tale se guardando la lastra volessi aggiungere qualcosa prego, fai pure!

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...