Istruzioni per l’uso: come affrontare una fila!

2015320101637956512x

 

Di recente ha fatto scalpore un video pubblicato sul celebre sito cinese youku di condivisione video in poche parole l’alternativa cinese a youtube.com . Il video ha come protagonista una giovane modella thailandese (è lei che filma) che in fila per il “tax refund” dell’aeroporto di jegu island in Korea si trova praticamente sommersa da un’orda di cinesi mainland che senza avere la minima idea sul come affrontare una fila spingono e quasi travolgono la giovane modella.

La modella thailandese ci va giù abbastanza pesante (“noi siamo thailandesi è aspettiamo il nostro turno“) sottolineando l’incapacità, appunto, del popolo cinese di fare una fila composta ed ordinata. Forse esagerando, ma in effetti il suo disappunto è comprensibile viene spinta e per giunta anche scavalcata.

 

 

Ora, vorrei spendere due parole per cercare di spiegare questa situazione o semplicemente di fornire un altro punto di vista. Lungi da me fare il difensore del popolo cinese a priori (per quale motivo poi?) anzi anch’io mi sono trovato in situazioni del genere e vi assicuro che non è piacevole. Anzi, mi viene da dire che la fila che ha affrontato la ragazza è quasi innocua. Cosiglio alla modella thailandese (che di sicuro legge XixiInCina) di non trovarsi mai in Cina durante il capodanno cinese…

La prima considerazione (giustificata) che si può avere guardando il video è che i Cinesi effettivamente sono maleducati. Secondo i nostri insegnamenti saltare la fila infischiandosene di chi c’è prima di te è da maleducati ma provate a pensare se ci trovassimo improvvisamente in una situazione di sopravvivenza per accaparrarci l’ultimo pezzo di pane disponibile come ci comportremmo? salteremmo la fila anche noi o ci faremmo scavalcare e farci soffiare il bottino? ovviamente la risposta è scontata: lotteremmo fino alla fine.

La Cina ha avuto un rapido sviluppo negli ultimi 40 anni ma in un passato nemmeno molto remoto la strangrande maggioranza del popolo viveva in condizioni di povertà e lottare significava portarsi qualcosa a casa per sfamare la famiglia.

Anche oggigiorno ogni cittadino cinese deve fare i conti con altri milioni di persone. Da quando si nasce i cinesi devono lottare, competere per fare prima degl’altri per accappararsi un posto per il figlio nell’asilo comunale, all’università, negli ospedali pubblici per prenotare una visita. Perfino nei cimiteri c’è da mettersi in fila. I cinesi sono tanti per questo è sempre meglio “fare prima degli altri“. Quindi quello che ai nostri occhi può sembrare maleducato in realtà potremmo semplicemente chiamarlo spirito di  sopravvivenza. Una abitudine, che nonostante il tenore di vita medio si è alzato notevolmente, non si è persa. Almeno non ancora.

Ovviamente la situazione non è cosi’ tragica nel senso che ogni qualvolta c’è da stare in fila è un delirio. Ma spesso nelle situazioni che richiedono parecchia urgenza (tipo in aeroporto) è il delirio. Che fare? prenderla con filosofia e cominciare a spingere!

 

E tu ti sei mai ritrovato/a in una situazione simile??

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...